3 Ragazzini odiosi serie tv

I 3 ragazzini più odiosi delle serie tv

Non so voi ma nella mia lunga e veneranda carriera da serie tv addicted, ho incontrato una miriade di personaggi non molto simpatici che sono stati in grado di farmi venire l’orticaria. In questo articolo vorrei focalizzarmi in particolare sull’età evolutiva e, nello specifico, sui 3 ragazzini più odiosi delle serie tv con un’ età compresa tra i 10 e i 17 anni.

Tenendo conto di ciò, io non ho nessun dubbio in merito: il podio è dei 3 tipetti che trovate qui sotto.

1. Joffrey Baratheon

Joffrey Baratheon interpretato da Jack Gleeson
Joffrey Baratheon interpretato da Jack Gleeson

Interpretato da Jack Gleeson, Joffrey ha appena dodici anni quando inizia la sua (fortunatamente non molto lunga) carriera da stxxxxo ne Il Trono di Spade. Primogenito ed erede del Re Robert Baratheon e della Regina Cersei Lannister, Joffrey in realtà è frutto di un incesto tra la madre e suo fratello, cosa che probabilmente marchia immediatamente il suo destino da mentalmente instabile.

Ancor prima di poggiare il sederino sul trono, Joffrey è un ragazzino arrogante, spocchioso, viziato e infantile. Quando re Robert muore e lui lo succede la situazione, già di per sè preoccupante, precipita. Inizia a costringere le persone a combattere fino alla morte, impartisce punizioni crudeli, aggredisce verbalmente, incolpa sempre gli altri di aver commesso errori imputabili, in realtà, a lui. Viene fuori, così, l’aspetto che genera maggiormente ribrezzo nei suoi confronti: il sadismo. A Joffrey piace tantissimo infliggere atti di violenza estrema e gode come un riccio nel far soffrire gli esseri umani. Pensate alla povera Sansa quante ne ha dovute passare.

Sicuramente a Joffrey va la medaglia d’oro della competizione sui 3 ragazzini più odiosi delle serie tv.

2. Zach Goodweather

Ben Hyland
Zach Goodweather interpretato da Ben Hyland

Nella serie tv The Strain, Zach è il figlio di Kelly ed Ephraim Goddweather. Nella prima stagione è interpretato da Ben Hyland, un ragazzino bellissimo, dolcissimo e amorevole. Nonostante la sua giovane età (anche lui ha 12 anni all’inizio della serie) non si fa prendere dalle umane frivolezze. È consapevole dell’importanza del lavoro del padre (è un epidemiologo del CDC di New York) e gli perdona le sue mancanze. Poi qualcosa cambia, per la verità cambia proprio l’attore (Zach dalla seconda stagione in poi è interpretato da Max Charles).

Zach Goodweather interpretato da Max Charles
Zach Goodweather interpretato da Max Charles

Il fatto è questo: alla fine della prima stagione, quello che sembrava un “normale” virus ma che in realtà non lo era, trasforma sua madre in un vampiro.

Da quel momento Zach perde la testa, diventa arrabbiato, scontroso, ha sempre il sopracciglio inarcato. D’accordo, non gli è capitata una bella cosa, ma suo padre gli ha spiegato in tutti i modi possibili che una persona che ha contratto il virus è praticamente morta, anche se il corpo continua ad aggirarsi per le strade. Zach questo lo sa, ha visto con i suoi occhi cosa accade a chi viene trasformato. Eppure le spiegazioni e le osservazioni dirette non bastano e Zach, per tutte le 3 stagioni successive, è un disco rotto. Continua a cercare la madre, a dire che non è stata trasformata, che è viva, si mette in pericolo, mette in pericolo gli altri e, alla fine, diventa pure una carogna.

Meritatissima medaglia d’argento per uno dei ragazzini più odiosi delle serie tv.

3. Carl Grimes

Carl Grimes interpretato da Chandler Riggs
Carl Grimes interpretato da Chandler Riggs

Carl (Chandler Riggs) è il figlio di Lori e Rick Grimes nella serie tv The Walking Dead.

Nella prima stagione Carl sembra un bambino innocente e normale, nonostante l’apocalisse zombie stia mettendo in ginocchio il mondo civilizzato. A mano a mano, però, l’asticella del livello di irritazione che provoca si alza sempre di più. Col trascorrere degli episodi diventa freddo, cinico, insensibile ed emotivamente distaccato e la cosa è anche comprensibile tenendo conto della realtà in cui sta crescendo. Il problema fondamentale è che, da quando il padre gli regala il cappello e il distintivo di vice-sceriffo, Carl si immedesima completamente nel personaggio. Peccato che non si tratti semplicemente di un gioco simbolico che di solito i bambini mettono in atto.

Carl si crede un esperto di armi, si lancia in avventure in solitaria per salvare il suo gruppo mettendolo, al contrario, in pericolo, si comporta come un adulto quando in realtà è solo un bambino. Il piccolo Rick, proprio come il suo papà, si sente e si atteggia a difensore dell’umanità.

La medaglia di bronzo la consegno, dunque, a lui. Gli ho assegnato il posto del meno odioso tra i 3 solo perché, durante gli ultimi episodi, si è rivelato un po’ più umano e con più sale in zucca del padre.

Sarà stato il karma?

Bene, la lista dei 3 ragazzini più odiosi delle serie tv è finita. C’è da dire che il fato ha voluto che tutti e 3 i tipetti di cui vi ho parlato non abbiano fatto una bella fine e siano deceduti da giovincelli.

Ripensandoci, forse, non si è trattato tanto di fato quanto piuttosto di karma 😂

Ovviamente non esitate a consegnare anche voi le 3 medaglie: dite la vostra, cambiate l’ordine, proponete sostituzioni o fate altri nomi. Sono aperta a mettermi in discussione (non troppo però 🤣).

Se vi é piaciuto questo articolo sentitevi liberi di lasciare un mi piace e correte a dare uno sguardo alle recensioni delle migliori serie tv (basta cliccare su questo link).

1 commento su “I 3 ragazzini più odiosi delle serie tv”

  1. Pingback: The Strain - la serie horror firmata Guillermo del Toro - Serie-Mente

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: