The Outsider

The Outsider – il romanzo di Stephen King in una miniserie

Ideata da Richard Price, The Outsider é una miniserie horror basata sull’omonimo romanzo di Sthephen King. In sole 10 puntate andate in onda in Italia dal 17 febbraio al 16 marzo 2020, The Outsider parte in quarta come un thriller ma poi sterza dolcemente verso un risvolto più fantasy-horror.

Scopriamo insieme la trama e i personaggi di The Outsider. Ovviamente, alla fine non ci resterà altro che trarre le conclusioni.

La trama di The Outsider

In una piccola cittadina della Georgia, Cherokee City, viene rinvenuto il cadavere sfigurato di Frank Peterson, un ragazzino del luogo. Il detective Ralph Anderson individua rapidamente, tramite prove schiaccianti tra cui un filmato, il mandante dell’omicido: Terry Maitland, allenatore della Little League. Teoricamente il caso sembra ormai risolto ma praticamente non è proprio così. In effetti, se da un lato un filmato incastra Terry, dall’altro una ripresa video che lo ritrae come oratore ad una conferenza fuori città, lo assolve. Se le cose stanno così ed esistono prove che risultano essere vere e contraddittorie contemporaneamente, come si fa a venirne a capo?

Il detective Ralph

Ralph Anderson (interpretato da Ben Mendelsohn), prima di essere un detective, è un uomo che porta con sè la sofferenza di aver perso un figlio troppo presto. La sua foga nel voler sbattere in prigione l’uomo che in maniera crudele e meschina ha messo fine alla vita di un ragazzino dell’età di suo figlio, si trasforma presto in tormento per essere arrivato troppo presto a delle conclusioni che hanno avuto delle ripercussioni sulle vite delle persone coinvolte dirittamente o indirettamente nella vicenda. La risoluzione dell’enigma che gravita intorno alla morte di Peter diventa un’ossessione che mette a dura prova tutte le sue convinzioni e certezze razionali.

Holly: l’insolita investigatrice

Una situazione insolita richiede il contributo di una persona alquanto originale ed eccentrica. Ralph e gli altri detective che si stanno occupando del caso decidono così di rivolgersi a Holly Gibney (interpretata da Cynthia Erivo). Proprio lei, in effetti, non essendo fortemente condizionata dalla razionalità ma avendo una maggiore apertura mentale anche per ciò che non é tangibilmente oggettivo, riesce a dare una svolta alle indagini. Grazie al suo intuito riesce ad individuare altri delitti simili con lo stesso schema (omicidio-dono dell’ubiquità dell’ipotetico assassinio-suicidi e uccisioni all’interno della famiglia della vittima).

L’uomo incappucciato

Sin dalla prima puntata compare la figura di un uomo misterioso e, al contempo inquietante, nascosto dal cappuccio della sua felpa. “Tana per l’assassino”, uno potrebbe esclamare già dalla sua prima apparizione. D’accordo, ma il punto è chi o che cosa si cela dietro il signor Cappuccetto Nero.

The Outsider: una miniserie tv da vedere?

The Outsider è una serie tv dall’ambientazione tetra e misteriosa. Il compito principale dei protagonisti non è solo trovare un killer spietato ma anche riconciliare la natura inspiegabile degli eventi. E forse questo è, in realtà, il punto centrale che l’ideatore Richard Price ha cercato di sviluppare al meglio: di fronte a ciò che non è comprensibile razionalmente come si comportano gli esseri umani? Sono disposti a far crollare le loro convinzioni più profonde?

Il detective Ralph (che è stato eletto a pieni voti il Personaggio Rivelazione di questa serie tv) è l’emblema dell’uomo saldo che difficilmente si lascia andare in credenze sovrannaturali. Contemporaneamente, però, è anche l’emblema della fragilità dell’essere umano. Ralph nella vita ha sofferto tanto e il suo dolore lo si percepisce tutto. Lui è un uomo straziato da una duplice lotta interiore. Da un lato, c’è un caso da risolvere che tuttavia non è risolvibile senza dover cedere sul proprio scetticismo (il che mette in crisi tutte le idee e i principi che hanno guidato la sua esistenza fino ad ora). Dall’altro, c’è una questione più intima e profonda che ha a che fare con il desiderio di tenere ancora con sè suo figlio e la necessità di lasciarlo andare, per continuare a vivere piuttosto che sopravvivere.

Per rispondere alla domanda iniziale io direi di sì, The Outsider è una miniserie da vedere. Per essere una serie thriller-horror-fantasy vira leggermente “fuori dagli schemi”, dando spazio a quel poco o nulla di sovrannaturale che c’è nell’essere umano.

Se volete conoscere e scoprire una serie tv che propone un’indagine approfondita delle varie modalità di reagire dell’essere umano confrontato con l’inspiegabile cliccate su questo link.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: